News

Bartucci S.p.A. vince il bando della Regione Veneto per la ricerca e l’innovazione in azienda

Bartucci S.p.A., società da sempre protagonista del settore dell’efficienza energetica industriale, ha vinto il bando per la ricerca a sostegno dell’innovazione in azienda indetto dalla Regione Veneto e in collaborazione con la Fondazione Univeneto, promosso dai quattro atenei della regione con le risorse del Fondo sociale europeo (Fse). Due i progetti premiati e realizzati insieme alle Università degli studi di Padova e di Verona.

Il primo progetto di ricerca vede la collaborazione di Bartucci Spa con i due atenei veneti e con Acque Veronesi per uno studio sulle possibilità di efficientamento in una rete idrica. Il progetto considera due aspetti differenti, ma tra loro complementari: il primo di natura tecnico-ingegneristica e che riguarda studi di fattibilità e stime di risparmi dovuti all’applicazione di soluzioni efficienti nella rete idrica. Questo aspetto sarà seguito nella sua realizzazione dalla prof.ssa Giovanna Cavazzini del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova. L’altro aspetto considerato all’interno del progetto invece è di natura più economico-manageriale e prevede lo sviluppo di modelli di business e strategie di marketing che avranno il supporto del prof. Testa del Dipartimento di Economia Aziendale dell’Università di Verona.

Il secondo progetto di ricerca premiato riguarda invece lo studio preliminare necessario per l’architettura di un sistema di monitoraggio in aziende energivore del settore manifatturiero e sarà seguito dalla professoressa Cavazzini coadiuvata dall’area ricerca e sviluppo di Bartucci Spa.

“Ricerchiamo da sempre le tecnologie più all’avanguardia da offrire ai nostri clienti – spiega Giovanni Bartucci, ad Bartucci Spa –  per questo abbiamo creato una divisione interna alla società totalmente rivolta alla ricerca e allo sviluppo in ambito industriale, e che collabora con le università italiane per rendere la nostra azienda sempre più competitiva”. “Questi finanziamenti – continua la prof.ssa Cavazzini – sono la prova delle enormi potenzialità di innovazione che possono scaturire da una collaborazione efficace tra mondo accademico e mondo industriale. Lo stretto connubio tra Università e imprese consente infatti di trasformare la ricerca universitaria in uno degli strumenti più efficaci per rendere innovativi i prodotti e i servizi offerti dalle aziende”.

Per entrambi i progetti, saranno finanziati tre assegni di ricerca della durata di un anno ciascuno rivolti ad altrettanti giovani neolaureati che potranno condurre un’attività di ricerca all’interno di Bartucci Spa e partecipare così a diminuire quella distanza spesso insormontabile tra l’Università e il mondo del lavoro.

2017-08-02T11:34:31+00:00